Firenze e provincia

a cura della redazione di Reality Magazine


La Vergine Ferruccia di Filippino Lippi: nuovi documenti

Chiesa della Ferruzza FUCECCHIO

16/12/2017

BUON NATALE DA BRANDIMARTE

Seminascosta dall’esotico banano sempreverde, una onirica atmosfera natalizia avvolge Aria Art Gallery di Borgo SS. Apostoli, che si inghinghera di sfavillante luccichio grazie alla magnifica produzione artigianale by Brandimarte.
Avvolta nell’impalpabile abito lungo impreziosito da dettagli metallici, Bianca Guscelli accoglie con sentito sorriso ospiti entusiasti dalle argentee creazioni esposte in galleria tra sontuosi candelabri e provetti camerieri in livrea, delizianti gli invitati con raffinati “peccati di gola”. Arte e tradizione plasmano creazioni uniche, ingentilite da raffinati naturalismi a rilievo, sequenziali intrecci di fogliame ricco in teneri frutti, sontuosi festoni rivisitanti in chiave contemporanea tradizione classica e rinascimentale.
Vulcanica, creativa, allegra, gentile, Bianca sfoggia orgogliosamente gioielli dal design unico, impresso al metallo con la tecnica del martellamento. Originalità, bellezza, funzionalità riassumono una linea dallo style contemporaneo ma dall’anima intimamente legata alla storia.
E in tavola? Un tripudio di argentei scintillii avvolge piatti, bicchieri, bottiglie rigorosamente smooth e dalle curvature ricercate, insomma una riuscita mistura tra opulenza regale e ricerca stilistica contemporanea, giovanile, originale.

NATALE AL RIVOLI BOUTIQUE HOTEL

Dal corrispondente Carmelo De Luca

Scenografico edificio trecentesco voluto dall’ordine francescano per accogliere viandanti, il Rivoli Boutique Hotel conserva quel fascino artistico plasmato nei secoli. Un delicato patio con colonnato in pietra serena rammenta agli ospiti il silenzio monacale dell’antico chiostro, così come i tardo-medievali soffitti a cassettoni, ancora visibili nella hall, oppure le rinascimentali volta a crociera. Insomma questa bella struttura fiorentina coniuga sapientemente storia, arte, accoglienza e buona cucina!
Come da tradizione natalizia, il Rivoli si apre nuovamente alla città con “La Magia del Natale”, fantastica mostra dedicata ai Presepi e, naturalmente, al Grande Villaggio di Babbo Natale.
Visitabile gratuitamente sino al prossimo 7 gennaio, la natività trova in Claudio Ladurini suo vulcanico ideatore, che ha ben pensato di omaggiare “vecchi mestieri” dei nativi borghi tosco-emiliani. A Salvatore Sciuto, invece, l’onore di aver creato un imponente apparato scenico dedicato a Babbo Natale con i suoi laboriosi aiutanti!
Naturalmente Rivoli Boutique Hotel non dimentica la solidarietà e confida nella sensibilità di quanti visiteranno l’Albergo attraverso una offerta, assolutamente libera, da destinare alla Fondazione Tommasino Bacciotti, sostenitrice dell’Ospedale Pediatrico Meyer.

Info: http://www.hotelrivoli.it

Eventi a Fucecchio

Continua fino all’Epifania la serie di iniziative del “Natale a Fucecchio” con la pista per il pattinaggio sul ghiaccio in piazza Montanelli e il trenino a tema natalizio che farà il giro del paese per allietare grandi e piccini mostrando luci e colori del centro.
Gran finale di Natalia Magic Christmas con carri e figuranti, esposizioni, laboratori.
Da non perdere, a chiusura degli eventi natalizi, la consueta Cavalcata dei Re Magi il 6 gennaio da Ponte a Cappiano fino alla Chiesa della Collegiata di Fucecchio.

Per il programma completo delle iniziative è possibile consultare le pagine FB Comune di Fucecchio e Viva Fucecchio,
oppure il sito internet www.comune.fucecchio.fi.it

Programma degli eventi mese gennaio

Cena dei musei: prenotazioni aperte per la prima “notte dei creativi”

“Centro I Lecci di Montespertoli (FI)

15/12/2017

MuDEV - MUSEO DIFFUSO EMPOLESE VALDELSA | UNIONE DEI COMUNI CIRCONDARIO DELL'EMPOLESE VALDELSA
Cena dei musei: prenotazioni aperte per la prima “notte dei creativi”
Oltre 20 i progetti ricevuti, saranno 5 quelli presentati alla cena
Una “notte al museo” tra convivialità, laboratori per bambini, cena di filiera corta
EMPOLESE VALDELSA - Prenotazioni aperte per la prima edizione della “Cena dei musei” del MuDEV - Museo Diffuso Empolese Valdelsa che si svolgerà venerdì 15 dicembre dalle ore 19.00, al “Centro I Lecci di Montespertoli (FI) - Museo della vite e del vino”. Un evento per il quale cresce l’attesa e l’interesse, visto che sono state più di 20 le proposte creative che, in appena un mese di tempo, sono arrivate a seguito della “open call” rivolta a selezionare i migliori progetti culturali e creativi.
La “Cena dei musei” infatti è un evento di “food raising”, ovvero raccolta fondi tramite eventi conviviali, finalizzata non solo a dare corpo e visibilità ad una “comunità locale” che si incontri e riconosca nei beni culturali del territorio, ma anche a finanziare un progetto che possa avere una ricaduta positiva sul territorio dell’empolese valdelsa. Saranno 5 le proposte, selezionate dalla direzione del MuDEV tra le oltre 20 ricevute, che verranno illustrate dai creativi stessi ai commensali durante la serata del 15 dicembre. I commensali voteranno la loro preferita e la più votata si aggiudicherà il ricavato (spese escluse) della serata. Nate in USA, col nome di Sunday Soup, con l’obiettivo di supportare con piccoli finanziamenti i progetti creativi, le iniziative di food raising si stanno sviluppando anche in Italia, dove sono arrivate grazie a YAB (Young Artists Bay).
Prenotazioni entro il giorno 11 dicembre 2017 via mail a giada.cerri@museiempolesevaldelsa.it o telefonando al 339 3494536 (salvo esaurimento posti) indicando il proprio nome e cognome, un numero di telefono e il numero dei partecipanti. Una volta effettuata la prenotazione, dovrete recarvi presso l’Ufficio turistico di Montespertoli (Piazza del Machiavelli, 13. Orari: martedì/mercoledì/giovedì 9.30 – 12.30; venerdì 10.00 – 12.00 e 16.00 – 18.00; sabato, domenica e festivi 10.00 – 12.00 e 15.00 – 18.00. Lunedì chiuso) per la prevendita e ritirare il coupon che vi darà accesso alla cena.

comunicato stampa

La Notte degli Oscar del Wedding fa tappaalla Fortezza da Basso di Firenze

Fonte Fiamma Domestici Ufficio Stampa Firenzefiera

15/12/2017

Venerdì 15 dicembre alle ore 20,00 nella suggestiva location della Basilica alla Fortezza da Basso si accendono le luci sulla notte degli Oscar del Weddingcon la Cena di Gala dell’Italian Wedding Awards, il prestigioso premio nazionale dedicato all’eleganza, al gusto raffinato, ai mille sapori e profumi che caratterizzano il fantastico mondo del Wedding.
L’evento è organizzato dal Convention Bureau Italia in collaborazione con Regione Toscana, Comune di Firenze, Firenze Fiera, Firenze Visitors & Convention Bureau con la divisione Tuscany for Weedings, Toscana Promozione e importanti Associazioni quali l’americana AFWPI.
Attesi oltre 500 big del settore matrimonioprovenienti da tutta Italia. A completare il parterre dell’evento alcuni ospiti di fama internazionale, una giuria composta da VIP esperti del settore come Colin Cowie (uno dei cinque wedding planner più famosi del mondo, al primo posto nella classifica di celebrity wedding planner della rivista VOGUE), Vincenzo Dascanio (flower designer internazionale) e giornalisti di importanti testate specializzate come Brides, Financial Times e televisioni nazionali.
Al centro della serata la promozione del Destination Wedding come meta ambita per i futuri sposi italiani e stranieri insieme all’eccellenza del Made in Italy celebrato per la qualità sopraffina dei suoi prodotti, la spettacolarità dei paesaggi e del territorio e il gusto raffinato ed inconfondibile dello stile italiano. “Alla luce del grande successo della prima edizione svoltasi nel dicembre 2016 a Roma - dichiarano gli organizzatori - abbiamo ritenuto opportuno replicare la Notte degli Oscar del Wedding a Firenze sia per il fatto che Firenze e la Regione Toscana sono risultate vincitrici dei tre premi nazionali e la regione si è classificata al primo posto in Italia nel business dei matrimoni.
La Cena di Gala (arricchita anche da un piatto firmato dal celebre chef Marco Stabile) vedrà la partecipazione di alcune Wedding Planner più famose d’Italia che rappresenteranno ognuna una Regione e anche professioniste straniere che lavorano abitualmente in Italia.Per ogni regione parteciperà una location Sponsor, come il Four Seasons, il St.Regis e Villa Corsini Mezzomonte di Firenze, Hotel Cerretani e Hotel L’Orologio di Firenze, Villa le Fontanelle Firenze, il JWMarriott e l’Hotel Danieli di Venezia, Hotel Europa e Regina di Venezia, Hotel Parco dei Principi e Hotel Splendid di Roma, Grand Hotel Pianeta Maratea e Gibò di Otranto.

Comunicato stampa

FONDAZIONE ZEFFIRELLI iniziano i concerti e le attività didattiche

Firenze

Durante il primo fine settimana di dicembre prende il via ufficialmente l’attività concertistica del Centro Internazionale per le Arti dello Spettacolo “Franco Zeffirelli” di Firenze (Cias): prima i due appuntamenti di “Strings City” (maratona musicale per strumenti a corda promossa dal Comune di Firenze) il 2 e 3 dicembre, poi dal 6 il via al programma de “I concerti di San Firenze” che nell’appuntamento d’esordio vedrà impegnati i giovani cantanti allievi dell’Accademia del Maggio Musicale Fiorentino.

Quindi dal prossimo 5 febbraio inizierà anche l’attività didattica del Cias con il corso di alta formazione in progettazione di scenografia teatrale; in tarda primavera cominceranno le lezioni del corso di recitazione per cantanti lirici, mentre è allo studio un programma di attività per le scuole secondarie fiorentine e della città metropolitana, per diffondere la cultura teatrale fra le giovani generazioni.

Programmazione

Eventi mese di dicembre

VINCI

1968 Where Have All the Flowers Gone?

Fonte: Ufficio Stampa


REFLECTIONS ON 1960'S REVOLUTIONS

IX Conferenza Internazionale organizzata da FUA - Florence University of the Arts in collaborazione con Stony Brook University di New York sull’eredità culturale a 50 anni dalle rivoluzioni degli anni ’60

Venerdì 1 e sabato 2 dicembre 2017 avrà luogo a Firenze la IX edizione della Conferenza Internazionale organizzata da FUA - Florence University of the Arts in collaborazione con Stony Brook University di New York, dal titolo 1968: Where Have All the Flowers Gone? Reflections on the 1960s Revolutions.
La conferenza si occuperà dell’eredità che le rivoluzioni e le controrivoluzioni degli anni ’60 ci hanno lasciato, a 50 anni di distanza da quel fatidico 1968, anno simbolo dello stravolgimento culturale internazionale che ha coinvolto tutto il mondo.

L’inaugurazione si svolgerà venerdì 1 dicembre, alle ore 8,30, nella Sala monumentale del Cenacolo dell'Opera di Santa Croce con alcune autorità fiorentine, come Eugenio Giani, Presidente del Consiglio della Toscana e Sara Funaro, Assessore del Comune di Firenze per il Welfare e le Politiche di Genere.

La seconda parte della mattinata sarà dedicata ad un gruppo di personalità italiane che hanno vissuto o scritto sugli anni '60, come Giorgio Benvenuto, ora presidente della Fondazione Buozzi, l’Architetto “radicale” Gianni Pettena, il giornalista e scrittore Marcello Veneziani, Lidia Ravera, scrittrice di Porci con le Ali e del La guerra dei figli, e Paolo Ermini, direttore del Corriere Fiorentino.

La giornata proseguirà nella sede della Florence University of the Arts in Corsi Tintori 21, nel Palazzo Bombicci Guicciardini Strozzi.

Il pranzo, come tutti i coffee break, saranno offerti da FUA e preparati dagli studenti dei corsi di cucina di Apicius International School of Hospitality.

Il pomeriggio si aprirà con Beverly Kahn, professore di Framingdale State College di New York, che dirigerà un gruppo di docenti di diverse università USA. Questo panel discuterà molti argomenti diversi, come le prospettive del 1960 in psicologia, il teatro americano, nonché le ideologie contrastanti all'interno della comunità nera statunitense. Il terzo panel sarà costituito da studenti FUA. Parleranno di diritti umani, di etica e delle diverse prospettive culturali.

La giornata del venerdì si concluderà con una performance musicale di Domenico Pellegrini, Chiara Quattrini e Gianni Biondi, che ripercorrerà le canzoni più famose del 1968.

MONETE AUREE DA PANDOLFINI CASA D'ASTE

Fonte: Ufficio Stampa

Duecentoventi monete suddivise in centotrentasette lotti, di cui diciassette esemplari in oro di grande qualità
conservativa e quattro tipologie mai contemplate in alcuna pubblicazione numismatica, sono i numeri che
caratterizzano la prestigiosa collezione "Senavetus" e costituiscono il corpus della imperdibile vendita che il
dipartimento di NUMISMATICA batterà a Palazzo Ramirez-Montalvo il 28 novembre.
Il catalogo, ricco d’immagini, schede tecniche e approfondimenti, si rivolge non solo ai più attenti estimatori dei
capolavori coniati nella zecca della Repubblica di Siena, ma a tutti coloro che collezionano le monete italiane del
periodo medioevale e rinascimentale, rare e di qualità.
Molte tra queste monete provengono da prestigiose vendite del passato, come la parpagliola di Montalcino col
gemello sul dorso della lupa, apparsa per la prima volta nel 1921 nel catalogo di vendita della ditta P. & P. Santamaria di
Roma relativa alla collezione Ruchat, oppure sono “immortalate” in celebri pubblicazioni, come l’ormai storico volume
edito dal Monte dei Paschi nel 1992 che ha fatto nascere tanti nuovi cultori e collezionisti di questa zecca, o nel più
recente catalogo dedicato al capitolo delle zecche minori toscane facente parte dell'ormai nota collana “Monete Italiane
Regionali”.
Altre monete proposte nella vendita, invece, come il rarissimo bolognino o l’altrettanto rara piccola crazia del 1555,
rappresentano delle vere e proprie novità assolute, perché a memoria d'uomo non si ricordano passate in nessuna
vendita pubblica di un certo rilievo.
La seconda parte della vendita propone interessanti monete italiane del periodo medioevale e rinascimentale tra cui un
interessante nucleo di tarì di Imperatori Svevi e alcuni esemplari dei Gonzaga provenienti dalla collezione del conte
A. Magnaguti, tra cui un ducatone in argento di Carlo I con data inedita.
Il catalogo si chiude con un bell'insieme di monete in oro italiane ed estere da collezione e investimento.

Info: https://www.pandolfini.it/


                             

 

Powered by: MR GINO