Firenze e provincia

a cura della redazione di Reality Magazine


MOYE' SBARCA IN PUGLIA

dal corrispondente Carmelo De Luca

Moyé per l'arte! Ebbene si, il rinomato ristorante fiorentino ospitato in Via del Parione si apre all'arte con un ricco cartellone. Già dal prossimo 21 ottobre le sue sale ospiteranno Castelli Pugliesi, tenero omaggio alla bellissima regione italica celebrata attraverso originali interpretazioni degli austeri manieri sapientemente descritti da Tommaso Apicella, Mariantonietta Bagliato, Michele Damiani, Ugo Martiradonna, Franco Menolascina, Ivo Scaringi, Darzy Valery. China, collage, olio, tessuto rappresentano le varie tecniche adoperate per realizzare le delicate opere, visibili al pubblico sino al prossimo 17 novembre, da contemplare gustando le invitanti pietanze proposte giornalmente dallo chef!

A FIRENZE IL CONVEGNO INTERNAZIONALE SIDO

dal corrispondente Carmelo De Luca

I luminari dell'Ortodonzia si ritroveranno a Firenze per il convegno internazionale SIDO, ospitato presso la storica Fortezza da Basso sino al prossimo 12 ottobre. Il soggetto adulto e la multidisciplinarietà patologica del settore medico in esame sarà il tema leader caratterizzante le giornate fiorentine. Naturalmente nuove tecniche in materia costituiranno il cavallo da battaglia per gli illustri relatori chiamati "a tener banco" su una disciplina che, in futuro, dovrà privilegiare il rapporto tra specialista e paziente. Collegamenti con numerosi atenei sparsi per il mondo, sessioni trasmesse in streaming o 3D, modelli tridimensionale per simulare prove pre-operatorie, supporteranno i 2000 congressisti durante i lavori giornalieri, che interesseranno anche malocclusioni scheletriche nell’adulto, interventi mini invasivi, trattamento ortodontico ed interdisciplinare dei denti assenti nell’area del sorriso.

AL VIA IL FESTIVAL DELLE GENERAZIONI

dal corrispondente Carmelo De Luca

Cittadini del mondo, Firenze vi aspetta dal 2 al 4 ottobre con un progetto molto ambizioso! E si, la città granducale si è messa in testa di colmare la crisi attanagliante la nostra società e pare vi sia riuscita attraverso un antidoto efficacissimo, il cui preparato punta sulla creatività scaturente dal dialogo sinergico tra giovani ed anziani, insomma una "figata" decisamente originale! Così due fasce generazionali, in apparenza molto diverse, si confrontano grazie ad un rapporto armonico basato su comunicazione ed osservazione, il tutto reso più agevole grazie al fitto programma con eventi, mostre, laboratori, seminari, momenti ricreativi decisamente allettanti. In effetti la frustante condizione economica-lavorativa giovanile si scontra con l'equivalente negli adulti in odore di pensione remunerativa, così l'efficiente macchina organizzativa festivaliera ha pensato bene di trovare nell'evento fiorentino un mezzo che permetta il confronto tra queste due sfere, in apparenza, diverse. Tra le cause avversative alla comunicazione, il famigerato debito pubblico italiano occupa un posto rilevante, al tal riguardo il Festival mette in guardia su questo falso ideologico diventato un pericoloso teorema nello scontro generazionale, che invece deve essere sconfitto attraverso la coesione tra le parti sociali faticosamente costruita in passato attraverso l'attuazione della sacrosanta cittadinanza conquistata, un principio al quale nessuno deve rinunciare. Il carnet della manifestazione comprende un fittissimo "ginepraio" di eventi interessantissimi, pertanto si consiglia ai partecipanti di consultare il sito www.festivaldellegenerazioni.it.

NEWS DAL FESTIVAL DELLE GENERAZIONI

dal corrispondente Carmelo De Luca

Bisogna proprio dirlo, il Festival delle Generazioni non ha tralasciato nulla per rendere efficiente le giornate fiorentine, lo si capisce dando un'occhiata alla ricchissima brochure. Diventerebbe un'impresa ardua elencare, commentare, descrivere la miriade di iniziative contenute nella medesima, comunque qualche consiglio agli interessati male non fa. In effetti sin dal primo mattino, penne blasonate del giornalismo nostrano commenteranno insieme al pubblico le notizie riportate sui maggiori quotidiani nazionali, sotto l'occhio vigile di Andrea Pancani, mentre "roventi" tavole rotonde con politici ed esperti, basti menzionare menzionare Alan Fridman, diranno la loro sui problemi Italia-Europa, crisi finanziaria, made in Italy, scienza ed ambiente, comunicazione, economia. Naturalmente la creatività italica troverà degna rappresentanza negli scatti di Pippo Onorati con le storie vissute di 15 coppie e "I luoghi del perduto" dedicati al nostro deturpamento paesaggistico. Note di allegria ravviveranno la lunga kermesse con il fitto programma musicale in Piazza S. Croce, presso la quale danza, parole e musica cammineranno in simbiosi grazie a celebri etoile, la cui rappresentanza vanta Carla Fracci, Mogol, Eleonora Abbagnato, Simone Cristicchi, Diego Fusaro. Dimenticavo, la "Maratona degli scrittori" vedrà sul palcoscenico romanzieri e nuove promesse confrontarsi ed elargire consigli sull'orientamento lavorativo nel mondo della scrittura grazie a penne importantissime chiamate Corrado Augias, Raffaele La Capria, Francesco Durante e il giovane Alessio Arena. E gli eventi speciali? Beh, qui l'imbarazzo della scelta diventerà realtà, pertanto consultate il sito ufficiale della manifestazione (www.festivaldellegenrazioni.it) oppure recatevi presso i punti info disseminati nelle maggiori piazze fiorentine.

OPENING FIORENTINA PER IL FORUM MONDIALE UNESCO

dal corrispondente Carmelo De Luca

Investire in cultura, quale fonte energetica a durata illimitata, rappresenta una risorsa appetibile in una società in piena crisi economica ed individuale, lo sa bene Irina Bokova, direttore generale Unesco, che lancia questo messaggio forte ai numerosi delegati partecipanti al Forum Mondiale di Firenze. Lo stesso Ministro Dario Franceschini ascolta con sguardo attento e consenziente alla prolusione sottolineante quanto il patrimonio e i progetti al culturale possano superare gli ostacoli, poiché questo bagaglio identificativo di un popolo rappresenta ciò che lo contraddistingue, spronando fiducia, intraprendenza, salvaguardia, investimento, creatività, nuovi successi supportati dal pregresso storico. Questo pensiero racchiude il messaggio di benvenuto portato da Sara Nocentini, Assessore Regionale alla Cultura, che pone anche l'accento sugli investimenti finalizzati alla formazione in tale importante settore. Nell'augurio auspicato da Nardella, Sindaco della Città, valutazioni oculate sull'industria economica e sviluppo sostenibile rappresentano il tema del futuro da affrontare in seno all'importante Forum fiorentino. Ad ascoltare le orazioni inaugurali del 2 ottobre c'è un parterre oltre 300 invitati tra ministri ed esperti provenienti da Italia, Australia, India, Uk, USA, Portogallo, Senegal, uditori coprenti l'intero globo, autorità toscane, tutte compostamente sedute nel magnifico Salone dei 500, estasiate nell'ammirare cotanta bellezza ideata da ingegno umano.

SECONDA GIORNATA DEL FORUM UNESCO

dal corrispondente Carmelo De Luca

La seconda giornata del Forum UNESCO proseguirà a Palazzo Vecchio con un fitto programma dedicato a sostenibilità, tecnologia, innovazione da adoperare attraverso il veicolo cultura. In effetti numerosi interventi previsti in agenda miranno a dare risposte concrete su costruttivi cambiamenti sociali attraverso l'aspetto culturale, individuandone modalità e settori da coinvolgere. Francesco Bandarin, Special Advisor della direttrice generale UNESCO; Elizabeta Kanceska-Milevska, ministro della cultura in Macedonia; Sir Jonathan Mills, direttore del Festival Internazionale di Edimburgo, Peter N. Ives, sindaco di Santa Fe; Jyoti Hosagrahar, accademica presso la Columbia University di New York e direttrice di Sustainable Urbanism International; Catarina Vaz Pinto, vice sindaco di Lisbona e rappresentante di Agenda 21 per la Cultura, animeranno la platea con le loro esperienze, spunti, consigli in merito. La giornata proseguirà con una sessione dedicata all'innovazione (Salone dei 500), preziosa alleate nel competere in un mondo in piena crisi economica, e la forza che la cultura potrebbe trasmettere a quanti si adoperano nel superamento delle difficoltà in una società proiettata verso l'integrazione( Salone dei 200). Cambiamento ed investimenti nel settore culturale saranno le protagoniste pomeridiane del Forum, che si concluderà con la tavola rotonda dedicata alla cooperazione Italia-Unesco nella salvaguardia del patrimonio artistico appartenente ad Afghanistan, Myanmar, Giordania, Mali.

CONSORZI TOSCANI DEL VINO IN FERMENT-AZIONE

dal corrispondente Carmelo De Luca

Le perplessità sul PIT trovano ampio consenso tra i Consorzi agro-vinicoli toscani, accorsi numerosi alla conferenza stampa dello scorso 29 settembre presso il fiorentino Hotel AC. Gli interlocutori hanno espresso preoccupazione verso uno strumento territoriale ambiguo nelle sue linee generali e, sopratutto, deleterio per una realtà oramai conosciuta nel mondo grazie alle sue eccellenze enogastronomiche, vero motore propulsivo dell'economia locale valorizzante questi luoghi attraverso aspetti produttivi rilevanti, salvaguardia paesaggistica, nuovo lavoro, senza le quali il depauperamento di quelle terre diventerebbe inevitabile. A tal riguardo, i Consorzi evidenziano una certa superficialità nella stesura del Piano, messo in essere da soli architetti paesaggisti, dovuta alla totale assenza di soggetti esperti inerenti altri settori quali agronomia, viticoltura, marketing, turismo, ricettività. Lo strumento punta alla ricostruzione di un paesaggio agrosilvopastorale, oramai obsoleto per la mancanza di un utenza specialistica, che invece ha trovato nel settore enogastronomico una dimensione equilibrata tra produzione, manodopera specializzata, cura del territorio, rispetto ambientale. Altre contraddizioni contenute nello strumento regionale sono da imputare ad un testo decisamente complesso e contraddittorio tra indicazioni e quanto prescritto nel medesimo, che vanifica gli enormi investimenti privati grazie ai quali il settore vino toscano detiene primati ineguagliabili a livello internazionale e promuove una stretta vigilanza sull'assetto paesaggistico, da sempre coccolato e tutelato dai produttori.

A RURALIA E' DI SCENA IL MADE IN TUSCANY

dal corrispondente Carmelo De Luca


A Expo Ruralia 2014 molti prodotti toscani protagonisti assoluti della kermesse fiorentina presso le famose Cascine. Sino al prossimo 21 settembre potrete gustare la celebre Finocchiona, ottimo salume lavorato secondo regole stabilite dal disciplinare e tecniche puramente artigianali, non a caso la manifestazione fungerà da palcoscenico per annunciare agli estimatori l'imminente riconoscimento IGP! Naturalmente anche il Consorzio del Prosciutto Toscano DOP sarà presente presso lo stand istituzionale della Regione con invitanti degustazioni ed esperti disponibili ad ogni vostra richiesta!

IL GALLO NERO MONTA IN SELLA

dal corrispondente Carmelo De Luca

E ora il vanitoso pennuto si cimenta in acrobazie sportive! L'appetitosa occasione si attuerà il prossimo 21 settembre grazie alla Gran Fondo Chianti Classico Gallo Nero con partenza dalla sua recentissima House ospitata presso il francescano convento di Radda. Professionisti, cicloturisti, amatori metteranno a dura prova capacità agonistiche lungo due suggestivi itinerari attraversanti l'incantevole paesaggio chiantigiano cosparso dalle celebri vigne. I percorsi, rispettivamente di 79 km e 135 km, costeggeranno luoghi simbolo della blasonata produzione vinicola, vanto toscano ed italiano nel mondo, mete privilegiate per estimatori innamorati di questo eden. Addentrandosi nei folti oliveti e vigneti, i gareggianti dei 135 km avranno da sudare lungo la scalata a cronometro che li porterà sopra i 750 m sul valico del Morellino, toccando la ragguardevole pendenza del 17%, pertanto miei cari partecipanti allenatevi duramente, le difficoltà in agguato faranno vacillare capacità tecniche e pazienza, ma non abbiate paura: tali inconvenienti saranno pienamente superati dalla gioia provata nel conoscere un ambiente unico, magico, idilliaco. Attraverso una rilevazione iniziale e finale, l'apposita giuria avrà modo di premiare il migliore atleta nella scalata, ma i riconoscimenti coinvolgeranno anche i più bravi nelle varie categorie e naturalmente il primo arrivato lungo l'intero tragitto, che riceverà in premio un quantitativo di vino pari al suo peso! Il fanalino di coda non disperi: sarà bonariamente premiato con un completo da ciclista .... ovviamente color nero! A tal riguardo segnaliamo la maglietta trendy della suggestiva competizione, realizzata dalla Chianti Classico Company, efficiente società partecipata del Consorzio supportante progetti per conto del Gallo Nero. Iscrizione, Tshirt ed altri gadget, rigorosamente effegiati con il valoroso pollastro, costano solo 35 euro! Essendo prossimi alla partenza, i ritardatari dovranno versare solo 5 euro in più ma al Chianti Classico si perdona tutto. Per info e iscrizioni consultate il sito www.granfondodelgallonero.it

EAU DE MARCOCCIA

dal corrispondente carmelo De Luca

Festa grande per Morcaccia, artigiani profumieri di Fondi, che hanno debuttato in società presso il trendyssimo Colle Bereto fiorentino. Nel corso dell'esclusivo party, lo staff ha presento a buyer, VIP, stampa specializzata la linea ambiente e corpo. Fili conduttori della filosofia MP sono i buon odori impregnanti bellezze legate al paesaggio italico, capaci di colpire l'interiorità olfattiva attraverso olezzi spazianti dal vivace con un tocco di determinazione e calore alle amene fragranze decisamente soft. Da questa innovativa forma mentis partoriscono Bottega e Officine del profumo, Cortina, Acqua di Ponza con le linee eau de toilette, eau de parfum, bagno, ambiente. Ricerca e materie prime rigorosamente made in italy conferiscono al prodotto finito uno standard qualitativo decisamente alto, basti menzionare il primo monomarca nato in casa Marcoccia, la leggendaria colonia Acqua di Ponza inebriata di mare, agrumi, freschezza, in vendita presso lo store ospitato nella bella isola laziale. Storia, arte, lusso sono stati determinanti nella creazione dell'apposito profumatore d'ambiente Rosso Toscano, acquistabile anche a Firenze presso lo showroom in Via della Vigna Nuova. Naturalmente ingrediente nobile del prodotto è il famoso vino autoctono con denotazioni fruttate, ma non dimentichiamo l'eau de parfum dedicata a Boboli, il giardino per antonomasia, decisamente sensuale e catturante, insomma una fragranza per coloro che amano essere protagonisti. Tra gli augusti principini del casato Officine del Profumo segnaliamo anche Mojito, omaggio al richiestissimo drink ghiacciato dai requisiti unici, briosi, agrumati, con fondo allo zucchero e vetiver, insieme all'ultimo nato: Fresia di Portofino. E cosa dire della Linea Imperiale? Un tripudio di raffinatezza ed elitarietà caratterizza nomi altisonanti chiamati Ribes Nero, Tuberosa, Magnolia, Giacinto, naturalmente tutti accompagnati dall'augusto aggettivo l'imperiale! Ma le novità Marcoccia sono davvero tante, ai diffidenti si consiglia di consultare il sito www.marcocciaprofumi.it.


                             

 

Powered by: MR GINO